Hydronix logo
Soluzioni Hydronix per la misurazione digitale a microonde dell'umidità per le industrie del calcestruzzo, dell'asfalto e di processo

La tecnologia digitale a microonde è riconosciuta oggi come uno dei più importanti metodi di misurazione in linea dell'umidità dei materiali sfusi. Hydronix ha una gamma di sensori che impiegano tecniche digitali per misurare le variazioni in un risonatore di frequenze a microonde in corrispondenza delle variazioni di umidità nel materiale. Questo tipo di sensore presenta notevoli vantaggi rispetto alle tecniche analogiche esistenti. L'elemento più importante è probabilmente la maggior precisione di misurazione che questa tecnologia offre su un intervallo molto più ampio di gradi di umidità; inoltre è adatta a molti più materiali.

Tecnica di misurazione digitale

I nostri sensori a microonde utilizzano l'esclusiva tecnica di misurazione digitale Hydronix che rileva più parametri relativi al materiale; questi parametri vengono poi combinati da diversi sofisticati algoritmi per ottenere le prestazioni ottimali per una data applicazione. Questa tecnologia consente di configurare i sensori per produrre risultati ottimali in qualsiasi materiale fornendo una risposta lineare alle variazioni di umidità.

Filtri di elaborazione del segnale digitale

I sensori digitali a microonde hanno circuiti elettronici integrati che consentono l'elaborazione immediata delle misurazioni; sono inoltre dotati di filtri di riduzione dei disturbi che vengono applicati per generare risultati stabili, informando gli operatori dell'impianto o i controlli automatizzati del contenuto di umidità. Normalmente i filtri riducono la prontezza di risposta del sensore alle variazioni di umidità. La tecnologia Hydronix, invece, impiega avanzati filtri di elaborazione del segnale digitale che consentono una risposta rapida alle variazioni di umidità pur mantenendo lo stesso livello di riduzione dei disturbi.

Scelta delle modalità di misurazione

I sensori Hydronix possono impiegare diverse modalità di misurazione per ottenere la risposta più adatta al tipo di materiale controllato. Nell'industria del calcestruzzo, ad esempio, i vari aggregati hanno proprietà dielettriche diverse e quindi rispondono in maniera diversa a ciascuna delle modalità di misurazione. Queste differenze di risposta tra le modalità valgono anche per le variabili dell'applicazione stessa. Ora è possibile selezionare la modalità migliore per il materiale e per l'applicazione specifici in modo da tener conto delle variazioni nell'intervallo di temperature, nel livello di precisione necessario e nella densità del materiale nel corso del tempo.

Tecnica digitale a frequenza variabile

La progettazione di un sensore Hydronix inizia e finisce con le prestazioni come obiettivo primario. La tecnica a frequenza variabile è concepita per operare con un intervallo di frequenze specifico anziché con frequenze prestabilite come 433 MHz o 2.4 GHz. Ciò garantisce che il sensore sia impostato per rilevare continuamente le variazioni nel numero di molecole d'acqua nel materiale, senza interferenze dovute a variazioni di temperatura o del contenuto ionico del materiale (di solito il contenuto di sali).